Arrendetevi!

Il volantino dell'Esercito di Asad lanciato su Jabal az Zawiya il 3 luglio 2013Istruzioni per avvicinarsi a un posto di blocco senza essere impallinati. Regola numero uno: avvicinatevi senza armi. Regola numero due: avvicinatevi lentamente e scoprite il petto. Regola numero tre: avvicinatevi portando in una mano questo foglio di istruzioni e con l’altra mano posta sopra la testa. Quindi “sarete i benvenuti!”.

Non è uno scherzo. È il serissimo – con tanto di decorazione bordata – volantino (foto) disperso in innumerevoli di copie sul territorio della Siria nord-occidentale a partire dal 3 luglio 2013 dagli elicotteri dell’aviazione militare fedele al presidente Bashar al Asad. La firma è ben leggibile: “Comando generale dell’esercito e delle forze armate”.

Ad accompagnare questo volantino ce n’era un altro, diffuso dagli stessi elicotteri nella regione di Idlib e, in particolare, a Jabal az Zawiya: “I soldati dell’esercito arabo siriano stanno arrivando (qadimun)! Le forze armate hanno deciso di riportare la sicurezza e la stabilità (al amn wa l istriqrar) nei territori della patria (rubu’ al watan) e non si fermeranno fino a quando non avranno portato a termine la loro missione!”.Banditi e ribelli

“Ogni uomo armato (musallah) colga quest’ultima occasione e faccia la scelta giusta! Non gettar te stesso nella desolazione! Il tuo bene è stare con la tua famiglia! Abbandona le armi e prendi la via del ritorno! Rifugiati al posto di blocco più vicino!”.

Dulcis in fundo, مسك الختام. “Questo lasciapassare consente al suo latore di passare il posto di blocco dell’Esercito arabo siriano e di arrendersi. Gli sarà garantito il miglior trattamento possibile e il ritorno alla sua famiglia dopo che la sua posizione sarà chiarita presso le autorità competenti“. 

Il corsivo è del traduttore/redattore. Buon ritorno a casa a tutti coloro che faranno la scelta giusta!