“Attacco chimico”. Le mappe aggiornate

Pubblichiamo alcune carte elaborate da SiriaLibano sul presunto attacco con gas tossici secondo attivisti siriani compiuto nella notte tra il 20 e il 21 agosto 2013 dalle forze fedeli al presidente Bashar al Asad nella regione suburbana di Damasco, roccaforte dei ribelli.

Il bilancio provvisorio e non verificabile in maniera indipendente riferito dai Comitati di coordinamento locali degli attivisti è di oltre mille uccisi, tra cui donne e bambini. Le località più colpite (si veda l’ultima carta) sono da nord a sud: Duma, Irbin, Hamuriya, Zamalka, Ayn Tarma, Kfar Batna, Daraya e Muaddamiya.

Aggiornamento: inizialmente, l’ultima carta indicava alcune zone come “colpite”. Solo in seguito si è accertato che quelle località non sono state obiettivo dei raid, ma i loro ospedali da campo hanno ospitato numerose vittime del bombardamento. In fondo la carta aggiornata. 

Attacco chimico Ghuta - SiriaLibano.comAttacco chimico Ghuta - SiriaLibano.com