Fuga oltre la Linea Blu, non c’è due senza tre?

Ci ha riprovato di nuovo: Ali Talal Dawud, libanese, è scappato ancora in Israele, attraversando per la seconda volta in pochi mesi la frontiera in teoria più sorvegliata del Medio Oriente.

E’ accaduto lo scorso 9 settembre. Dawud è stato poi fermato dall’esercito israeliano e riconsegnato, tramite la Croce Rossa internazionale e i caschi blu dell’Onu, all’esercito libanese.

Del secondo tentativo di fuga di Dawud ne danno conto i quotidiani libanesi che però non ricordano che nell’aprile scorso il padre di due figli era fuggito “dall’altra parte” con i suoi due bambini.

Era esattamente il 25 aprile 2012 e il trentenne Dawud era riuscito a scavalcare la barriera elettrificata israeliana lanciando prima oltre di essa entrambi i figli. E’ così facile passare dall’altra parte? Non si rischia proprio nulla, spari di cecchini, mine… niente di niente? Bisogna riuscire a parlare con Dawud e farsi raccontare la sua storia.