In attesa della Lega Araba… in Siria 14 uccisi

Arresti a Hama, 9 settembre 2011Sono 14 i civili siriani uccisi il 9 settembre 2011, dalle forze di sicurezza fedeli al presidente Bashar al Assad nel 28/mo venerdì consecutivo di proteste anti-regime. Lo riferiscono i Comitati di coordinamento locali, la piattaforma che riunisce gli organizzatori della rivolta, mentre si attende oggi a Damasco l’arrivo del segretario generale della Lega Araba, Nabil al Arabi.

I Comitati hanno diffuso la lista dettagliata delle vittime: nove a Homs e nei suoi dintorni, tre nella regione nord-occidentale di Idlib, tra cui un ragazzo di 15 anni, uno nel quartiere centrale Midan di Damasco, e un altro a Dayr az Zor, capoluogo della regione orientale.

Dal canto suo l’agenzia ufficiale Sana riferisce dei funerali svoltisi ieri di quattro tra soldati e agenti uccisi da bande armate di terroristi. Nei giorni scorsi si erano rincorse notizie di un numero crescente di militari disertori, in particolare nella regione di Idlib e a Zamalka, sobborgo di Damasco.

La visita di al Arabi, inizialmente prevista per mercoledì e rimandata in extremis dalle autorità di Damasco, è annunciata per oggi 10 settembre 2011 ma i media ufficiali siriani non hanno ancora fornito dettagli a proposito.

A Mosca è invece attesa oggi Buthaina Shaaban, consigliere del presidente al Assad, nell’ambito degli sforzi russi di mediare tra opposizioni siriane e regime. Sempre nella capitale russa si erano svolti il 9 settembre colloqui tra alcuni esponenti delle opposizioni siriane e rappresentanti del governo di Mosca.