Torna la Labaki e il suo Libano esotico

Una scena dell'ultimo film della LabakiDopo l’esotico Caramel (2007), film che ha tanto affascinato italiani ed europei alla ricerca del loro Oriente immaginario e semplificato, Nadin Labaki regista torna con “E adesso dove andiamo?”, in uscita nelle sale libanesi il prossimo 22 settembre.

Abbandonate le atmosfere intimiste del suo primo successo, la Labaki (che se non fosse una bella donna avrebbe forse meno fortuna in Occidente) si è gettata a capofitto su un fortunatissimo topos che caratterizza il Paese dei Cedri per neofiti: il confessionalismo banalizzato, con le solite immagini della moschea vicino alla chiesa.

Presentato in anteprima a Cannes (Un certain regard), il film è il tipico prodotto cinematografico che piacerà tanto alla sinistra bene in Italia, ai finti impegnati, a quelli che il “suq è un misto di colori e profumi…”, a quelli che “il Libano è il Paese delle contraddizioni…” e a quelli che “… quant’è buono il kebab!”.

Qui una recensione, assai benevola, di Jim Quilty per il The Daily Star. In basso il video della presentazione del film, con sottotitoli in francese.