Yara Shammas è davvero libera

Yara Shammas è libera. Lo afferma suo padre, Michel Shammas, che è con lei, a Damasco.

Nei giorni scorsi, lo stesso Shammas aveva smentito la notizia secondo cui la figlia era stata rimessa in libertà su cauzione.

L’ordine di scarcerazione era sì stato emesso, ma le autorità avevano bloccato l’operazione a causa di un errore formale nello stesso ordine.

Yara Shammas e un’attivista siriana cristiana arrestata circa due mesi fa e dopo un mese e mezzo accusata di sostegno ai terroristi e di appartenere a un’organizzazione segreta.

La Shammas, 21 anni, figlia di Michel Shammas, altro avvocato noto per aver difeso numerosi dissidenti, era stata fermata dai servizi di sicurezza lo scorso 7 marzo a Damasco assieme ad altri giovani attivisti. Del gruppo di nove, due rimangono ancora in carcere ma non si sa dove sono rinchiusi.

Il regime di Damasco accusa terroristi e fondamentalisti islamici di esser dietro le violenze che da oltre un anno scuotono il Paese, teatro da quasi 14 mesi di proteste popolari anti-regime soppresse nel sangue. Yara Shammas è un’attivista sostenitrice del movimento di contestazione non violento.