Rifaat al Asad nega responsabilità massacri Hama e Tadmor

L’intervista che al Arabiya ha condotto nei giorni scorsi con Rifaat al Asad, zio dell’attuale presidente Bashar al Asad e fratello del defunto Hafez al Asad (raìs dal 1970 al 2000) interessa più agli storici di Siria contemporanea che ai giornalisti impegnati con l’attualità di questi mesi.

Rifaat, già vice presidente siriano e da vent’anni in esilio tra Parigi e Marbella, offre una sua particolare versione dei tragici fatti del 1980 e del 1982. Non necessariamente vera, anzi probabilmente falsa, la sua ricostruzione è comunque indicativa dei rapporti interni ai vertici del potere in quei difficili anni di gestione del sistema siriano. In rete c’è anche un sito Internet “non ufficiale” dedicato a Rifaat opera di sedicenti suoi ammiratori…