Siriani anche loro – Ahmad Al Hajji

1525764_10202662748710987_276549016_nEra ancora luglio 2011 quando Ahmad Al Hajji, uno studente dell’Universtita’ di Aleppo, aveva messo in imbarazzo un presentatore in diretta su un programma televisivo siriano.

Aleppo allora era controllata totalmente dal regime, Ahmad circondato da lealisti del regime aveva affermato: “Vorrei fare le condoglianze per quelli che hanno sacrificato il loro sangue per questo paese, per la libertà dei cittadini e per la loro dignità.… Perche nei mezzi di informazione siriana ci trattate come fossimo stupidi, non ho mai sentito parlare di emirati salafiti in Siria tranne che da voi… Perche’ non possiamo organizzare una manifesatzione?

Noi siriani amiamo la Siria, se siamo stati zitti per secoli  e se abbiamo messo a parte la nostra dignita’, era per l’idea della resitenza (contro Israele)… Non e’ un male per il regime se fa quello che chiede il popolo quando e’ sceso in strada… Quando sono sceso in strada giovedi’ scorso ero coinvinto di trovare  bande armate come dicono i media siriani… Ma abbiamo trovato degli Shabbiha (milizie irregolari del regime) che ci danno le bastonate…”.

Attivisti siriani hanno riferito a SiriaLibano che ieri Ahmad e’ stato ucciso ad Aleppo, da un bombardamento aereo da parte del regime siriano.